Oggi è 19/05/2024, 9:12
Messaggi senza risposta | Argomenti attivi


Rispondi all’argomento  [ 833 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 52, 53, 54, 55, 56
[2017/...] JaysonTatum #0 
Autore Messaggio
Connesso
History of team
Avatar utente

Iscritto il: 07/07/2017, 10:02
Messaggi: 6746
Località: Cadelbosco Sopra
Messaggio Re: [2017/...] JaysonTatum #0
Cody Taylor: Dallas Mavericks guard Luka Dončić and Boston Celtics forward Jayson Tatum have been named the NBA Western and Eastern Conference Players of the Month, respectively, for games played in February.


05/03/2024, 13:59
Profilo
Connesso
History of team
Avatar utente

Iscritto il: 07/07/2017, 10:02
Messaggi: 6746
Località: Cadelbosco Sopra
Messaggio Re: [2017/...] JaysonTatum #0
Interessante intervista a Drew Hanlen riguardante Tatum.
Ricordo che Hanlen è uno dei personal trainer tecnici tra i più ambiti dai giocatori NBA, forse il più ambito di tutti, che segue costantemente Tatum per tutto l'anno ed è quello che con Tatum decide il programma estivo di allenamento per la crescita nei punti deboli del suo gioco.
Interessante il passaggio dove dice che dopo Natale hanno corretto il suo modo di prendersi il tiro in uscita dal dribbling e di come, a seguito di questa modifica, le percentuali di Tatum siano cresciute, ma soprattutto hanno lavorato sulla "uscita della palla dalle sue mani" quando raddoppiato.
Chiosa finale sul "famigerato" training che Tatum avrebbe fatto con Kobe: si sarebbero visti due volte, in periodi diversi ed avrebbero giochicchiato per le telecamere, ma di tutto si sarebbe trattato meno che un mentoring.


Qui il testo integrale:

What’s your perspective on all the criticism about Jayson Tatum’s clutch play? Drew Hanlen: “There’s obviously always going to be things that people can improve and stuff like that. But if you look at Jayson over the last five years, I think he has one of the best clutch numbers in the NBA. If you look back at some of the big moments in his career, you think of Game 6 [of 2022 Eastern Conference Finals against Milwaukee when they’re down 3-2 and he scores 46[points] against Giannis [Antetokounmpo].” “He ends up having a great Game 7, and the Celtics end up winning that. In Game 6 (last year vs Sixers), he scored 16 points in the fourth quarter to come back and then scores 51 [points] in Game 7 to send the Celtics to the next series. There are not many players in the world, if any, that I would want the ball in their hands at the end of the game more than Jayson.”

What does the room for improvement, though, look like for Jayson Tatum? Drew Hanlen: “At around Christmas time, we made an adjustment in his shot off the dribble. That yielded really good results. He’s continuing to make sure that his shot is exactly where he wants it. He’s continuing to grow as a playmaker. We know in the playoffs that teams are going to try to squeeze the ball out of his hands and make others beat them. So it’s about being able to find the right guy and make the right plays. That’s going to be important.” “It’s about continuing to impact the game on the defensive end. His finishing rate was something in the Finals that he struggled with, but he has since worked really hard on that. He’s got great results. His finishing has improved a ton in the last few years that he’s now one of the best finishers in the game. He’s continuing to make sure that holds up. I always say the best shooter ever is Stephen Curry. But he still misses 55% of his threes. So there’s always room for improvement.”

What window did you have into how Kobe Bryant mentored Jayson Tatum? Drew Hanlen “Jayson only got to spend two days really with Kobe. There was an article that came out a while back that when we had to turn Jayson into shooting more at the 3 and at the rim to become more of an efficient player. ESPN wrote an article about ‘de-Kobe-ing Jayson’s game’ They tried to spin it in a negative way toward Kobe.” “That’s something that Jayson really didn’t appreciate because that was just Jayson’s game. He really idolized Kobe. He had won five championships and was one of the most skilled players of all time. He had one of the most killer work ethics and mentalities. Those are the things that Jayson has always wanted to embody – the winning, the way he went about his work and the way he inspired people. But he didn’t have much interaction together in person unfortunately.” Drew Hanlen: “We got one time in the gym with him, and there was another time that he met with him. But unfortunately he then passed away that winter [in January 2020]. When Jayson was inspired by Kobe, it was when he was winning championships and obviously doing it in a dominating fashion. That’s something that Jayson has wanted to do as well. There are so many iconic moments. When you think about those iconic moments that stick out, they involve winning. That’s what Jayson is after.”


19/04/2024, 10:44
Profilo
Connesso
History of team
Avatar utente

Iscritto il: 07/07/2017, 10:02
Messaggi: 6746
Località: Cadelbosco Sopra
Messaggio Re: [2017/...] JaysonTatum #0
Plus, Tatum did more than just enough to finally reach the 3,000-point scoring plateau in the playoffs and join his childhood basketball idol Kobe Bryant and Los Angeles Lakers superstar forward LeBron James in an extremely exclusive all-time club (via StatMuse). “Players with over 3,000 playoff points before turning 27 years old: Kobe, LeBron, Tatum. That’s the list.”


28/04/2024, 12:30
Profilo
Connesso
Star
Avatar utente

Iscritto il: 27/10/2022, 15:46
Messaggi: 541
Località: Alessandria
Messaggio Re: [2017/...] JaysonTatum #0
Zio Trifoglio ha scritto:
Plus, Tatum did more than just enough to finally reach the 3,000-point scoring plateau in the playoffs and join his childhood basketball idol Kobe Bryant and Los Angeles Lakers superstar forward LeBron James in an extremely exclusive all-time club (via StatMuse). “Players with over 3,000 playoff points before turning 27 years old: Kobe, LeBron, Tatum. That’s the list.”

Non male direi


28/04/2024, 15:14
Profilo
Hall of fame

Iscritto il: 06/11/2018, 6:32
Messaggi: 2356
Località: Faenza
Messaggio Re: [2017/...] JaysonTatum #0
Zio Trifoglio ha scritto:
Plus, Tatum did more than just enough to finally reach the 3,000-point scoring plateau in the playoffs and join his childhood basketball idol Kobe Bryant and Los Angeles Lakers superstar forward LeBron James in an extremely exclusive all-time club (via StatMuse). “Players with over 3,000 playoff points before turning 27 years old: Kobe, LeBron, Tatum. That’s the list.”


Et donc caro ragazzo questo è il tuo anno, porta a casa l’anello, attacca il 18 alle travi e sarai leggenda tra le leggende. :heart


28/04/2024, 19:40
Profilo
History of team
Avatar utente

Iscritto il: 12/08/2020, 22:14
Messaggi: 7041
Messaggio Re: [2017/...] JaysonTatum #0
tra l'altro Kobe e Lebron avevano saltato l'università, quindi avrebbero un anno in più di militanza rispetto al nostro

-----------------------------------------------

"L'unica cosa che penso della superstizione è che porta male essere indietro alla fine della partita.“
Bill Russell #6




29/04/2024, 21:23
Profilo
Connesso
Star
Avatar utente

Iscritto il: 27/10/2022, 15:46
Messaggi: 541
Località: Alessandria
Messaggio Re: [2017/...] JaysonTatum #0
Bisogna preoccuparsi per i problemi al tiro di Jayson Tatum?
La sua versatilità è ancora ben visibile a tutti, ma le percentuali si sono abbassate drasticamente


Questo contenuto è tratto da un articolo di Trevor Hass per Celtics Blog, tradotto in italiano da Marco Barone per Around the Game.

Arriverà un momento in questi Playoffs in cui Jayson Tatum segnerà 40+ punti contro un avversario inerme e guiderà i Celtics a un trionfo entusiasmante. Potrebbe avvenire contro i Cavaliers, forse nelle Eastern Conference Finals o magari addirittura alle Finals. Ma succederà. Tatum è troppo letale per tirare così per sempre. La sua shooting slump, il suo periodo nero al tiro non è un problema sul breve periodo, Boston dovrebbe rullare i Cavaliers anche senza di lui. Ma a lungo andare? Non è un segreto che i biancoverdi contino sulla sua miglior versione per vincere un titolo ma, dal momento che sta facendo tutto il resto estremamente bene, quello che stiamo vedendo è abbastanza? Probabilmente, no. Per raggiungere il loro obiettivo finale, i Celtics hanno bisogno che Tatum sia Tatum. Non significa che debba prendersi 30 tiri a partita, ma che debba trovare il giusto equilibrio fra efficienza e aggressività. Per adesso ai Playoffs sta viaggiando a 21.2 punti di media su 16 tiri a partita – entrambe le cifre sono il minimo dal 2019. Sta tirando con il 40.6% dal campo e il 25% da tre punti, anche questi minimi in carriera per i Playoffs. Nella vittoria di Gara 1 contro i Cavs, Tatum ha chiuso con 18 punti, 7 su 19 dal campo (0/5 3PT) e ha delegato il resto a Jaylen Brown e Derrick White. Cosa ne deriva? Beh, non tutto è perduto. Sta viaggiando a 10.5 rimbalzi e 5.3 assist con solo 1.7 palle perse di media ai Playoffs, a cui aggiungere un impressionante plus/minus di +16 a notte. Molti lo hanno definito, scherzando, un role player, un modo divertente di dire che è stato molto tranquillo finora. Ma non sarà certo una fase a dire che si stia mimetizzando anziché emergere. Quando è in “modalità attacco”, Tatum sembra cercare i mismatch ancor di più del solito. Ogni volta che ha visto Max Strus, i suoi occhi si sono illuminati e ha cominciato a forzare tiri contestati. Ma ha imparato dai propri errori man mano che la partita è andata avanti, riuscendo poi a trovare i compagni smarcati. Bisogna dargli credito per non aver lasciato che i problemi al tiro ne oscurassero la prestazione totale.

“Si tratta dell’ennesima sfida riguardo a che altro fare per avere un impatto positivo sulla partita”, ha detto Tatum, che ha anche posto enfasi sul talento di questa squadra e sulle possibilità di superare gli avversari in modi diversi. Il coach dei Celtics, Joe Mazzulla, gli ha dato credito per la sua versatilità: “Penso che abbia giocato una buona partita a tutto tondo, i suoi blocchi hanno anche concesso molti tiri facili ai compagni”. Tutto ciò è davvero bello, certo, ma ha tirato sopra il 50% dal campo una sola volta in sei partite e non ha mai messo a segno più di 2 triple. Per chi è preoccupato, lo capisco, ma ecco un paio di dati rassicuranti:

i 2363 punti in carriera di Tatum ai Playoffs lo pongono al secondo posto nella storia della franchigia e al 19esimo fra i giocatori nelle prime 100 gare Playoffs
Tatum è uno dei 3 giocatori nella storia NBA a raggiungere almeno 2300 punti, 750 rimbalzi e 450 assist nelle prime 100 gare Playoffs, gli altri sono LeBron James e Larry Bird
Non male, se la caverà. E, quando lo farà, tutti dovranno stare attenti. Perciò, meglio vedere il bicchiere mezzo pieno in questo caso. Tatum sta tirando davvero male, eppure i Celtics stanno battendo con margine tutti gli avversari. Una volta che uscirà da questo periodo nero, e siamo certi che lo farà, tutto si farà più chiaro.


09/05/2024, 16:46
Profilo
Connesso
History of team
Avatar utente

Iscritto il: 07/07/2017, 10:02
Messaggi: 6746
Località: Cadelbosco Sopra
Messaggio Re: [2017/...] JaysonTatum #0
Tatum sta giocando in un modo che aiuta smisuratamente i compagni ad emergere e prende più rimbalzi dei lunghi veri e smazza assist come un play.
Carica gli avversari di falli e tiene schiacciata la difesa.
La "sua" bomba da sinistra non sta entrando, ma entrerà, importante è non prenderne troppe difatti in G1 a 5 ha smesso di tirare così.

Non sono preoccupato per questa cosa.


09/05/2024, 19:12
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 833 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 52, 53, 54, 55, 56

Chi c’è in linea

Visitano il forum: 4txx, Zio Trifoglio e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a: