Torna alla Home Page

 News

Google ama Celtics.it
Titoli vinti
Maglie ritirate
Forum di Celtics.it Contattaci

News sui Boston Celtics in particolare e sull'NBA in generale

In questa sezione troverete diverse news che parlano di NBA ed in particolare di Boston Celtics. Le news sono divise in categorie in modo da permettere una rapida classificazione della notizia. A fianco della descrizione delle categorie in Legenda e Stats trovate il numero di post presenti nella specifica categoria. Cliccando sull'icona della categoria sia in Legenda e Stats che nel post filtrerete le categorie per l'argomento prescelto.


Legenda e Stats


Tutte
le news

Tot. 1741

Tatum e Doncic giocatori della settimana

Anche se ha altro a cui pensare in questo momento particolare in cui è alle prese con il Covid-19, Jayson Tatum è stato eletto giocatore della settimana per la Eastern Conference. Nel periodo preso in esame il nostro numero 0 ha viaggiato a 33 punti, 5.3 rimbalzi, 2.7 assist di media tirando con il 52.2% dal campo e il 52% da dietro l’arco. Peccato questo periodo di stop, era in grande forma.

Così come l'eletto per la Western Conference, Luka Doncic ed i suoi numeri notevoli: 30.3 punti, 12 rimbalzi, 11 assist e 2 palle recuperate.

Entrambi hanno contibuito a portare i loro rispettivi team ad un record di 3-0 nella scorsa settimana.




Torna a inizio pagina
Pubblicata da DeeP il 12.01.2021


Rinviate Heat@Celtics, Celtics@Bulls e Magic@Celtics

La partita prevista per stasera a Boston tra gli Heat ed i nostri Celtics, è stata rinviata visto che un tampone per un giocatore degli Heat ha dato esito inconsistente e quindi Miami non aveva gli otto giocatori utili per giocare.

Non che noi stessimo meglio, erano solo otto i giocatori disponibili, il minimo perché una partita possa cominciare.

A questo punto, non sappiamo quando e se la partita verrà recuperata, seguiremo gli sviluppi.

UPDATE 11.01: Si aggiunge la partita contro i Bulls di martedì alla lista di quelle rinviate e questa volta sono i Celtics a non avere otto giocatori disponibili. Suppongo che sia entrato nel protocollo contro la diffusione del virus anche qualcuno degli otto che erano disponibili ieri.

UPDATE 12.01: Si aggiunge anche la partita con Orlando alla lista di quelle rinviate, sono tre consecutive a questo punto, ma potrebbe essere l'ultima. Infatti per la prossima partita, sempre contro Orlando, sono previsti dei rientri.




Torna a inizio pagina
Pubblicata da Deep il 10.01.2021


Situazione sempre pił complicata a causa del Covid

Dopo che anche Tatum è entrato nel protocollo contro la diffusione del Covid, si sono aggiunti altri giocatori: Brown, Green ed Ojeleye.

Di fatto questo porta il nostro roster ad avere una certa... come dire... ristrettezza, e gli arruolabili sono davvero pochi. Nel momento in cui vi scrivo, i giocatori disponibili risultano essere solo otto e nello specifico:
Ball-Handlers: Smart, Pritchard, Teague, Edwards, Waters
Wings: Nesmith
Bigs: Theis, Fall

Ricordo che siamo al limite, perché il numero minimo di giocatori schierabili per una singola partita è esattamente di otto, sotto quel numero la partita è impossibile anche solo da cominciare. C'è quindi il rischio che non si giochi stasera, in programma la sfida contro Miami al Garden, visto che basta una sola defezione.

C'è anche da aggiungere che il sistema di tracciamento e di indagini su Brown, Ojeleye e Green deve ancora dare il proprio responso definitivo ed uno o più di loro potrebbe essere disponibile per la partita.

Vi terremo aggiornati sugli eventi.




Torna a inizio pagina
Pubblicata da Deep il 10.01.2021


Tatum out, Kemba torna ad allenarsi

Jayson Tatum entra nel protocollo denominato Health and Safety, di fatto il protocollo contro la diffusione del Covid. A differenza dei suoi compagni, Jayson mancherà dai 10 ai 14 giorni, il che mi fa pensare che sia stato contagiato dal virus e non semplicemente all'interno delle procedure per il tracciamento. A questo punto si riducono drasticamente i giocatori disponibili nel nostro roster, un rapido conteggio ci riporta nove giocatore arruolabili nel roster.

Ma anche nonostante le defezioni dell'ulitmo minuto per la lotta al virus, ieri il popolo biancoverde era contento nell'apprendere che Kemba Walker aveva ottenuto l'autorizzazione per tornare ad allenarsi coi compagni, il suo rientro è quindi sempre più vicino.

Ora questa nuova tegola ci mette però in ulteriore difficoltà, non so davvero cosa ne verrà fuori da questa situazione senza inficiare sul nostro record.




Torna a inizio pagina
Pubblicata da DeeP il 09.01.2021


Problemi in casa Celtics

Questo dannato coronavirus non è stato ancora debellato ed infatti abbiamo davanti ancora diversi mesi in cui i contagi saranno all'ordine del giorno. Purtroppo il virus è entrato nello spogliatoio dei Celtics e senza neanche bussare, si è presentato e buonanotte. Dopo la quarantena di Javonte Green, ora Rob Williams è risultato positvo ed il sistema di tracciamento ha costretto alla quarantena altri tre componenti del team: Grant Williams, Carsen Edwards e Tristan Thompson.

Seguendo le indicazioni dei protocolli di sicurezza della NBA, questo significa che i tre in quarantena, se non avranno mai un tampone positivo, dovranno restare isolati per sette giorni, il che li costringerebbe a saltare almeno quattro partite. Per Rob Williams il discorso è completamente diverso, prima deve tornare negativo e poi si capiranno i tempi per il rientro.

Se Teague e Green rintrerenno in formazione, i Celtics per la sfida di stasera contro i Wizards avranno 12 giocatori arruolabili, cosa che garantirebbe comunque il corretto svolgimento della partita. Restiamo in attesa di eventuali nuove notizie, ma a questo punto speriamo non ce ne siano, abbiamo già dato.

UPDATE: Edwards non è stato inserito nel protocollo, perché il sistema di tracciamento lo ha escluso dopo attente verifiche.




Torna a inizio pagina
Pubblicata da Deep il 08.01.2021


Addio Paul

Arriva la notizia della morte di Paul Westphal, a cui in estate era stato diagnosticato un incurabile cancro al cervello. Lo ricordiamo tutti per il suo attaccamento alla città e la squadra di Phoenix, dove ha trascorso tanti anni da giocatore prima e da allenatore poi. Non a caso la sua maglia, la numero 44, è stata ritirata dalla franchigia dell'Arizona, dove ancora viveva.

Paul era entrato nella lega con i Celtics ed aveva trascorso i prime tre anni della carriera proprio con noi, scelto al draft con la numero 10, vincendo anche un titolo nel 1974 uscendo dalla panchina.

Nel 1976, guidando i Suns, arrivò nuovamente alle finali incontrando proprio i Celtics ed era in campo da protagonista in quella che molti descrivono essere la più bella partita delle finali, quella conclusa solo al terzo supplementare, anche se persa dai Suns.

Giocatore dalle movenze moderne, molto pulito e raffinato, era un attaccante di livello mostruoso e non a caso è stato 5 volte un all-star, ma anche un difensore aveva dalle doti insospettabili. Ha avuto quattro stagioni consecutive ad almeno 20 punti di media ed il 50% dal campo, solo un altro giocatore nella storia ha una striscia più lunga per una guardia ed è neanche a dirlo Jordan.

Da allenatore i suoi anni migliori li passò a Phoenix, ovviamente, e raggiunse anche le finali nel 1993 guidando l'MVP Charles Barkley alla sfida, poi persa, contro i Bulls di Jordan, Pippen e compagnia cantante.

Il 6 settembre 2019 è stato introdotto nella Naismith Memorial Hall of Fame di Springfield.

R.I.P. Paul.




Torna a inizio pagina
Pubblicata da Deep il 03.01.2021


Career high per Jaylen

Ieri sera nella passaggiata di salute contro i Memphis Grizzlies, Jaylen Brown ha ritoccato il record personale di punti degnati in una partita con 42. Per lui 15/21 dal campo, 7/10 da 3PT ed il tutto fatto in 29 minuti.

Mancavano 2:50 dalla fine del terzo quarto quando JB è uscito dal campo e la sua partita era finita, ma quando ha saputo dai compagni che aveva eguagliato il suo career high (34) ha chiesto a Stevens di tornare in campo e tiroccare i suoi massimi, cosa che il coach non ha esitato a fare, anche da queste cose si cementano i rapporti tra i giocatori e i loro coach.

Grande prestazione di Brown che ha letteralmente demolito Memphis, pareggiando anche il numero di tiri dalla distanza segnati con le 7 conclusioni a segno di ieri sera.




Torna a inizio pagina
Pubblicata da DeeP il 31.12.2020


Estensioni in corso

I Celtics hanno esercitato le opzioni per Rob Williams, Grant Williams e Romeo Langford.

Rob Williams ha dato segnali importanti in questa fase della stagione, lo staff crede nel progetto anche contro quello che in molti sostengono, cioè che il ragazzo non abbia le capacità di crescita richieste. Capacità che invece ha messo in mostra a più riprese in questa stagione, dove ha brillato in svariate occasioni. Anche ieri nella seconda sfida in Indiana, nonostante il minutaggio non elevato, è stato parte importante della fase ascendente del nostro rendimento complessivo.

Discorso diverso per Grant Williams, gioctore che dimostra di essere affidabile e, ancorché sotto dimensionato, in grado di dare importanti e continue dosi di QI cestistico. In difesa è un professore, dote che Stevens gli ha riconosciuto da subito, è in cerca di un affidabile tiro da 3, il 37.3% odierno è incoraggiante.

Romeo o perché sei tu Romeo, è un investimento dei Celtics sulla fidicua. Tutti hanno grosse aspettative su di lui, continuano le dichiarazioni ottimistiche sul ragazzo, ma a questo punto deve rimanere in salute e riuscire a mostrare quanto di buono ci sia in lui.




Torna a inizio pagina
Pubblicata da DeeP il 30.12.2020


Addio K.C.

Purtroppo un altro pezzo della nostra leggenda ci ha lasciato e noi vogliamo ricordarlo con le parole di un nostro utente postate sul forum, grazie del contributo MarcUs.

... ho iniziato a guardare (e amare, simultaneamente) i Celtics da ragazzino, con quella squadra di fenomeni che eravamo noi Celtics negli anni ottanta: Bird, McHale, Parish, Dennis Johnson, Ainge ...
E il mio coach era K.C. Jones.
Con quella sua faccia imperturbabile, da nero che piace a tutti, levigata come quella di Sidney Poitier.
Neanche lo sapevo che era stato un formidabile protagonista dell'epopea dei Celtics anni 60 con Russell e Cousy. Non lo sapevo ancora.
Neanche immaginavo cosa fosse stato a livello universitario.
K.C.Jones era un mito. E' un mito.
Ho dovuto leggere Second Wind di Bill Russell per sapere che era il suo compagno di stanza, silenzioso.
Il tipo di persona che non parla mai. Indicava tutto con un cenno. Questo o quello.
Era stato scelto da Red Auerbach al secondo giro, ma aveva preferito un viaggio nell'esercito prima di tentare l'avventura NBA. Non si sentiva pronto.
Era stato scelto anche dai Los Angeles Rams ma un infortunio ad una gamba gli avrebbe subito sconsigliato la carriera nella NFL.
Era un'atleta formidabile.
Un difensore arcigno, grintoso, atletico, inarrestabile.
Non aveva bisogno di parlare. Era un giocatore concentrato, fisso sull'obiettivo.
Taciturno ma concentrato.
Se la squadra opponente avesse avuto un esterno pericoloso lui lo avrebbe annullato.
Per tutto il tempo trascorso sul campo.
Quei Celtics di fine anni 50 iniziavano un basket di difesa senza tregua e contropiedi fulminanti dentro cui K.C. Jones calzava a pennello. Era una guardia e davanti aveva Cousy e Sharman, due extraterrestri dell'attacco. E non solo.
Lui silenzioso li osserva e si guadagna anno per anno più spazio, già nel 59 nel suo anno da sophomore si fa sentire (in campo col gioco, perchè fuori a parole, come scrive Russell, niente... non parla).
Vince 8 titoli. Da protagonista. Senza parlare.
Poi torna come vice di Bill Fitch e dal 1983 diventa Head Coach, con Larry Bird in campo e Red Auerbach in tribuna vince due fantastici titoli (1984 e 1986). Nessuno lo ha mai visto urlare.
Ma nel frattempo ha imparato a comunicare parlando.
Spiega le cose pacatamente.
Con calma. Dettagliatamente.
Larry Bird ha dichiarato:
"He is the kind of person I would like to be, but I don't have the time to work on this."
ovvero "è il tipo di persona che avrei voluto essere ma non ho avuto tempo di lavorare su questo".

VIVA K.C.JONES




Torna a inizio pagina
Pubblicata da Deep il 26.12.2020


[Diretta] A sorpresa ci palesiamo

Ma quindi? -> ...

Dove? -> youtu.be/nUOg2d29lrQ

Quando? -> 21:15

Perché? ...




Torna a inizio pagina
Pubblicata da DeeP il 23.12.2020




Vai alla pagina Inizio -1 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 +1 Fine
Celtics.it
Home Page  |  News  |  Calendario  |  Statistiche  |  Approfondimenti  |  Dentro i Celtics  |  MyRoster  |  Info  |  Utility  |  Privacy policy  |  Cookie  |  Forum